Programmazione Strumenti

. Posted in Programmazione Strumenti

Ai sensi della Legge Regionale 5/2001, art.2 “Funzioni e compiti della Regione”, le funzioni esercitate dalla Regione, a seguito del Decreto Legislativo 23 dicembre 1997, n. 469 ("Decreto Montecchi") “Conferimento alle regioni e agli enti locali di funzioni e compiti in materia di mercato del lavoro, a norma dell’art. 1 della legge 15 marzo 1997, n. 59”, sono le seguenti:
  • normazione, programmazione, indirizzo, coordinamento, vigilanza, controllo e verifica nei confronti del sistema regionale per l’impiego e nelle materie relative alle politiche attive del lavoro di cui all’articolo 2, comma 2, del decreto sopra citato;
inoltre altre funzioni , compiti e provvedimenti previsti :
  • elabora programmi di iniziativa regionale al fine di promuovere il lavoro, l’occupazione e la nuova imprenditorialità ;  
     
  • attua il programma regionale per le politiche attive per il lavoro; 
  • promuove i lavori socialmente utili e i lavori di pubblica utilità, gli strumenti attivi di inserimento nel mercato del lavoro, nonché gli accordi e i contratti collettivi finalizzati alla realizzazione dei contratti di solidarietà e di emersione ;
  • promuove i tirocini formativi e di orientamento e le borse di lavoro ; 
  • determina gli standard e pianifica il sistema regionale dei servizi per l’impiego con particolare riferimento all’impatto socio-economico ed occupazionale, all’efficacia delle politiche e dei programmi, all’efficienza dei servizi e alla qualità delle prestazioni;
  • definisce, ai sensi della lettera f) comma 1 dell’articolo 4 del «decreto», gli indirizzi ed i criteri generali per l’individuazione da parte delle province degli ambiti territoriali di riferimento per i centri per l’impiego, tenuto conto delle proposte del Comitato di cui all’articolo 7 e della Commissione regionale di cui all’articolo 6;
  • definisce i criteri generali e i modelli di intervento per favorire e sostenere l’omogeneità del sistema;
  • approva nell’esercizio dei compiti di vigilanza e controllo gli atti fondamentali dell’Azienda Calabria-Lavoro e ne indirizza l’attività;
  • sperimenta in accordo con le Province servizi innovativi per l’integrazione delle funzioni con particolare riguardo al rapporto con l’istruzione, la formazione professionale, l’orientamento scolastico e professionale e al loro collegamento con il mondo del lavoro;
  • esercita funzioni di vigilanza e di controllo sull’espletamento delle funzioni attribuite e sul rispetto degli standard qualitativi e quantitativi stabiliti negli atti di programmazione;
  • individua forme e sviluppa strumenti di stabile collaborazione con organismi, enti ed imprese costituiti all’estero da calabresi o loro discendenti.
icona leggi e normative2 Leggi e modelli
icona programmazione_e_strumenti Programmazione Strumenti
icona iscriviti_alla_newsletter Iscriviti alla Newsletter