Chi siamo

. Posted in Chi siamo

La Provincia ha funzioni in materia di collocamento e politiche attive del lavoro e gestisce i servizi necessari a favorire l'incontro tra domanda e offerta di lavoro.

La domanda e l’offerta di lavoro si incontrano in una sorta di luogo virtuale convenzionalmente denominato Mercato del Lavoro. La domanda di lavoro proviene dalle imprese, pubbliche o private, che ricercano persone con determinate caratteristiche (titolo di studio, qualifica, esperienza, ecc.), mentre l’offerta di lavoro altro non è che l’insieme delle azioni svolte da disoccupati ed inoccupati allo scopo di ottenere un’occupazione.

Il decreto legislativo 23 dicembre 1997, n. 469 ha conferito alle regioni ed agli enti locali funzioni e compiti in materia di Mercato del Lavoro. Dal 26 novembre 1999 difatti sono stati soppressi gli uffici periferici del Ministero del Lavoro e sono state trasferite alle amministrazioni provinciali competenze e risorse umane.
 
La Provincia di Cosenza, a seguito dell'entrata in vigore della legge regionale 9 febbraio 2001, n. 5 , con propri atti deliberativi ha individuato i bacini territoriali dei Centri per l'Impiego ed un primo assetto degli uffici dei servizi per l'impiego (Settore Mercato del Lavoro, Centri per l'Impiego, ecc.).

L'attuale amministrazione provinciale, a distanza di alcuni anni dall'avvio della riforma dei servizi per l'impiego, ha ritenuto necessario effettuare una attenta analisi con la conseguente valutazione dei risultati ottenuti in ragione degli obiettivi prefisatti per il raggiungimento degli standard minimi di qualità nell'erogazione dei servizi per l'impiego connessi alle politiche del lavoro ed in stretta correlazione alla soddisfazione degli utenti. I risultati di tale valutazione, insieme alla continua deregolamentazione normativa ed alla evoluzione del mercato del lavoro hanno fatto scaturire la richiesta di strutture organizzative e modelli operative dei servizi per l'impego capaci di rispondere alle nuove sfide e che sappiano dare le giuste risposte alle legittime aspettative degli utenti interessati all'incontro domanda/offerta di lavoro. Nel precedente assetto dei servizi, oltre ai Centri per l'Impiego, gli Uffici Locali Coordinati istituiti erogavano servizi limitati ai soli abitanti ricadenti nel territorio comunale sede dello stesso ufficio.

Alla luce di tale limitata funzionalità ed anche per motivi scaturenti da particolari situazioni socio-geografiche, la Giunta Provinciale - nel rispetto di quanto previsto dalla stessa legge regionale n. 5/2001 e di quanto previsto dalla programmazione del POR Calabria 2000-2006 - ha ritenuto utile incrementare il numero e le competenze degli stessi Uffici Locali Coordinati attraverso la estensione dei servizi anche ai comuni aggregati nell'apposito sub-bacino ricadente all'interno di quello più ampio di ogni Centro per l'Impiego. Si è inteso altresì rafforzare i servizi pubblici per l'impeigo sul territorio provinciale attraverso una rete di sportelli comunali informa-lavoro per dare un ruolo strategico, innovatico e di forte responsabilità ai comuni così come previsto dalla normativa vigente. L'idea progettuale consiste in una rete di servizi informativi di orientamento che parte dai Comuni aderenti e coordinati dalla Provincia di Cosenza con l'obiettivo di diffondere sul territorio provinciale informazioni inerenti le tematiche del lavoro, della formazione  e dell'istruzione, al fine di rispondere ai bisogni delle singole realtà locali.

I Centri per l’Impiego costituiscono le principali strutture sul territorio e forniscono informazioni e servizi gratuiti per le persone e per le imprese con l’obiettivo di favorire l’occupazione e lo sviluppo nel nostro territorio. E’ fondamentale che questo sistema sia funzionale per evitare sprechi di forza lavoro e per combattere la disoccupazione. Per agevolare l’accesso al Mercato del Lavoro nell’ultimo decennio la disciplina del collocamento è stata oggetto di un profondo processo di riforma. I provvedimenti che si sono susseguiti nel corso di questi anni hanno infatti progressivamente allentato i vincoli posti ai datori di lavoro, eliminando l’avviamento numerico e liberalizzando le assunzioni; il collocamento è gradualmente passato dalla gestione di funzioni esclusivamente anagrafiche e amministrative alla realizzazione di politiche attive per la riduzione della disoccupazione.
Si è dunque passati ad una politica di promozione dell’occupazione ed il collocamento diviene attivo con l’introduzione di funzioni che vanno dall’orientamento alla formazione professionale. Inoltre vengono programmati e finanziati interventi di politica attiva del lavoro attraverso attività di formazione, percorsi di orientamento, monitoraggio e promozione di tirocini presso le aziende della provincia e accompagnamento per l'inserimento e il reinserimento lavorativo.
Attraverso la rete dei Centri per l'impiego vengono offerti:

• servizi di informazione, accoglienza, orientamento, incrocio domanda/offerta per le persone che cercano una occupazione, o desiderano cambiarla, con particolare attenzione alle utenze deboli e ai cittadini stranieri;

• servizi alle imprese per la ricerca di personale, la registrazione delle comunicazioni obbligatorie e l'attivazione di tirocini;

• un servizio di collocamento mirato per i disabili rivolto a cittadini ed imprese;

• tutoraggio ai minori per l'assolvimento del diritto-dovere all'istruzione e alla formazione
icona leggi e normative2 Leggi e modelli
icona programmazione_e_strumenti Programmazione Strumenti
icona iscriviti_alla_newsletter Iscriviti alla Newsletter